Alberelli di Natale cacao e zenzero

    • Porzioni: 5 alberelli circa
    • Tempo di preparazione: 1 ora e 30 minuti circa, Tempo di cottura: circa 30 minuti

Ingredienti
Ricetta senza glutine, senza burro, senza lattosio
2 uova
60 gr zucchero di canna integrale
7 gr miele
50 gr acqua
35 gr succo d’arancia
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per dolci*
1 pizzico di bicarbonato
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
100 gr farina di riso per pastafrolla e biscotti*
25 gr cacao amaro in polvere*
Per la decorazione:
2 cucchiai vasetto di yogurt magro bianco senza lattosio
3 cucchiai di pasta di pistacchio pura*
1 cucchiaio di zucchero di canna
Chicchi di melograno q.b.
10 gr noci tritate
Stecchini per gelati


Preparazione
In una ciotola, lavorare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungere il miele, il pizzico di sale, il succo dell’arancia, l’acqua e mescolare bene. Incorporare poi lo zenzero, la cannella, la farina, il lievito, il bicarbonato ed infine il cacao ed amalgamare bene tutti gli ingredienti mescolando dal basso verso l’alto con una spatola.
Versare il composto in una teglia rettangolare di dimensioni medie.
Cuocere in forno a 180° per circa 30 minuti.
Sfornare e lasciare raffreddare completamente.
Una volta fredda, tagliare con un coltello dei triangoli rettangolari della dimensione che si desidera ed infilare lo stecchino per gelati nella base del triangolo.
Per decorare gli alberelli, mescolare 3 cucchiai di pasta di pistacchio pura con 2 cucchiai di yogurt bianco ed 1 cucchiaio di zucchero di canna. Trasferire questo composto nella sac à poche con beccuccio stretto e decorare gli alberelli a piacere. Adagiare anche qualche chicco di melograno sulla decorazione al pistacchio e spolverare con la granella di noci.


Note
La ricetta è ideata dalla food-blogger Silvia Visconti di “Pasticcerando senza glutine”.

* = ingredienti a rischio di contaminazione da glutine. Per scegliere quelli idonei cercare la dicitura “senza glutine” in etichetta e/o la Spiga Barrata oppure consultare il Prontuario AIC degli alimenti.