FLAN DI ASPARAGI SU CREMA DI PATATE E ZAFFERANO

  • Porzioni: 4 persone
  • Tempo di preparazione: 40 minuti
  • Tempo di cottura: 15 minuti

Ingredienti
200 gr di asparagi
2 uova
40 gr di maizena*
50 gr di pancetta*
250 gr di patate
250 gr di panna
1 bustina di zafferano
Sale, pepe e noce moscata q.b.


Preparazione

Pulire, tagliare e bollire gli asparagi per circa 30 minuti. Nel frattempo scaldare la panna, aggiungere la maizena e miscelare con la frusta fino a rendere il composto omogeneo e lasciare intiepidire. Scolare gli asparagi e frullarli con il frullatore a immersione. Dividere le uova in tuorli e albumi, montare gli albumi con la frusta ottenendo un composto voluminoso e soffice. Aggiungere alla panna i tuorli e gli asparagi frullati e miscelare con la frusta, infine aggiungere gli albumi montati, sale, pepe e un po’ di noce moscata e rimescolare il tutto. In una teglia a bordi alti da poter contenere l’acqua, posizionare gli stampini e imburrarli con burro e maizena. Riempire gli stampini con la crema, versare l’acqua nella teglia fino a ricoprire meta degli stampini. Cuocere in forno a 200C° per 15 minuti, durante la cottura tagliare a dadini la pancetta, rosolarla in padella e dopo tritarla a piccoli pezzi o tagliare la pancetta a fette sottili e metterle in forno a 180°C per creare delle chips. Per la base del nostro antipasto pulire le patate, pelarle, tagliarle a grossi pezzi e sbollentarle in acqua. Una volta sbollentate frullarle con il frullatore a immersione, aggiungere sale, pepe e acqua di cottura se il composto risulta semisolido. In un bicchiere miscelare lo zafferano con un po’ d’acqua e versarlo nella crema di patate rendendolo uniforme.


Note
La ricetta è stata realizzata dagli alunni delle classi 3^G, 4^E, 2^Q e dai docenti del Dipartimento Alberghiero e Ristorazione dell’Istituto Paolo Frisi, durante una lezione su celiachia e ristorazione senza glutine, tenuta da AIC Lombardia Onlus ad alunni e docenti in occasione della Settimana Nazionale della Celiachia 2019.

* = ingredienti a rischio di contaminazione da glutine. Per scegliere quelli idonei cercare la dicitura “senza glutine” in etichetta e/o la Spiga Barrata oppure consultare il Prontuario AIC degli alimenti.