Follow up

La compliance alla dieta senza glutine è di difficile gestione: i pazienti dovrebbero essere sempre informati dell’importanza di una stretta aderenza alla dieta senza glutine.

E’ importante che le informazioni vengano fornite con un approccio multidisciplinare (medico pediatra, gastroenterologo, dietista, psicologo, patologo, endoscopista, radiologo, ginecologo, ecc…) per garantire un migliore outcome e chiarire tutti gli aspetti che al neo-diagnosticato risultano poco chiari.

Si suggerisce, quindi, un controllo entro 6-12 mesi dalla diagnosi e, successivamente, ogni 1-2 anni (salvo complicanze), per verificare la compliance alla dieta senza glutine, verificare la comparsa di malattie auto-immuni e/o alterazioni metaboliche e, soprattutto, diagnosticare precocemente comparsa di complicanze.

A ogni controllo, il celiaco dovrebbe essere sottoposto a:

  • visita medica
  • valutazione dietetica
  • controllo dell’emocromo e dosaggio di anticorpi serici anti-transglutaminasi di classe IgA (o IgG se vie è deficit di IgA)

Per approfondimenti, scarica il Protocollo per la diagnosi e il follow up della celiachia

Per l’esenzione agli esami di follow up, vai alla sezione Esenzioni&Erogazione