Alimentazione

Attenersi a una dieta priva di glutine è l’unica terapia possibile per le persone celiache.

Ma la completa esclusione del glutine dalla dieta non è facile da realizzare. I cereali non permessi ai celiaci si ritrovano in molti prodotti alimentari ed il rischio di contaminazione accidentale da glutine è spesso presente nei processi di lavorazione dell’industria alimentare.
Per questo motivo, con l’obiettivo di informare pazienti e famiglie e semplificare l’accesso sicuro ai prodotti, l’AIC suddivide gli alimenti nelle tre categorie degli alimenti: «permessi», «a rischio» e «vietati». Tale suddivisione è stata effettuata considerando per ogni prodotto alimentare l’ingredientistica ed il processo di lavorazione, quindi la possibile contaminazione crociata da glutine.


permesso Alimenti permessi: alimenti che possono essere consumati liberamente, in quanto naturalmente privi di glutine o appartenenti a categorie alimentari non a rischio per i celiaci, poiché nel corso del loro  processo produttivo non sussiste rischio di contaminazione. Questi prodotti NON sono inseriti nel Prontuario AIC degli Alimenti.

Tra gli alimenti permessi ci sono anche gli alimenti sostitutivisenza glutine specificatamente formulati per celiaci” (pane, pasta, mix di farine, prodotti da forno, senza glutine).

Dal luglio 2016, i prodotti sostitutivi presenti nel Registro Nazionale del Ministero della Salute non possono più utilizzare il termine “dietetico”, abrogato dal Regolamento europeo 609/2013, e devono utilizzare le diciture accessorie “specificamente formulato per celiaci” o “specificamente formulato per persone intolleranti al glutine”.

L’elenco dei  prodotti sostitutivi senza glutine è consultabile su sito del Ministero della Salute.


rischioAlimenti a rischio: alimenti che potrebbero contenere glutine in quantità superiore ai 20 ppm o a rischio di contaminazione e per i quali è necessario conoscere e controllare l’ingredientistica ed i processi di lavorazione. I prodotti di queste categorie che vengono valutati come idonei dall’AIC vengono inseriti nel Prontuario AIC degli Alimenti.
L’AIC consiglia il consumo di questi alimenti se presenti in Prontuario o riportanti la dicitura «senza glutine».


vietato Alimenti vietati: alimenti che contengono glutine e pertanto non sono idonei ai celiaci. Tali alimenti, ovviamente, NON sono inseriti nel Prontuario.